vuoi saperne di più sul mondo della scrittura online?
scopri
Come scrivere una pagina Chi siamo perfetta

Come scrivere una pagina Chi siamo perfetta

Come scrivere una pagina Chi siamo perfetta

“La nostra azienda è nata nel 1938”, “Siamo leader del settore da oltre 50 anni“, “professionalità e competenza ci contraddistinguono dai competitors“.

Aspetta, ho assolutamente bisogno di un caffè.

Banalità come se piovesse, oltre che palate di autoreferenzialità che non lasciano scampo neppure al lettore più paziente.

L’opportunità di far crescere la reputazione del brand, di infondere fiducia e costruire un legame con l’utente, in questo caso, è andata completamente sprecata.

Se pensavi che queste frasi potessero andar bene per qualsiasi sito e che fossero efficaci, è arrivato il momento di leggere questo articolo. Cambierai idea.

Vediamo subito come scrivere una pagina Chi siamo con i fiocchi!

 

Risultati immagini per about page



Qual è l’obiettivo della pagina Chi siamo?

L’about page è una pagina strategica. Va quindi curata nel dettaglio.

Neil Patel, influencer e imprenditore.

È proprio così. La pagina Chi siamo è la seconda pagina più cliccata, perché gli utenti desiderano capire di più sui servizi o sui prodotti offerti e scoprire curiosità interessanti sull’azienda.

Questo fa di essa una pagina strategica, ma nonostante questo la maggior parte delle aziende e dei professionisti online la scrive senza passione e senza alcuna attenzione.

Immagina un utente che cerca un’azienda o un professionista su Google. Probabilmente, se lo cerca, è perché è interessato a saperne di più.

Tra i risultati di ricerca comparirà sicuramente il sito web o la pagina Facebook del brand e, una volta cliccato sul link e atterrato sulla pagina, cliccherà sulla voce “Chi siamo” o su “About us” per sapere qualcosa in più.

La pagina Chi siamo dovrebbe spiegare chi sei.

Il suo obiettivo, quindi, è quello di attirare l’attenzione del visitatore, incuriosirlo, coinvolgerlo e costruire un rapporto di fiducia.

Hai pochi secondi per attirarlo e qualche minuto per incuriosirlo e coinvolgerlo. L’about page deve essere in grado di chiudere qualsiasi obiezione, vincere le resistenze e le perplessità dell’utente e far apparire l’azienda davvero interessante.

Pensi sia impossibile? In realtà, basta seguire alcune regole e mettere in pratica alcuni suggerimenti.

5 consigli su come scrivere una pagina chi siamo davvero efficace

Inserisci le informazioni davvero importanti e utili per gli utenti

  • Il tipo di azienda;
  • qualche chicca sulla storia;
  • la mission;
  • la vision;
  • i valori dell’azienda.

Come devono essere scritte queste informazioni? Sicuramente non sotto forma di tema da consegnare alla maestra.

Segui la regola delle 5 W:

  • Who? (Chi?)
  • What? (Che cosa?)
  • When? (Quando?)
  • Where? (Dove?)
  • Why? (Perché?)

Alla fine, la tua pagina Chi siamo dovrà risultare unica e originale, semplice e chiara, completa ed esaustiva.




Parla di te e scrivi per l’utente

Non ci crederai, ma la pagina Chi siamo non è soltanto una delle pagine più cliccate dell’intero sito, è anche una delle pagine con il tasso di abbandono più alto.

Sì, hai capito bene, e sai perché? Be’, tu leggeresti mai trenta, quaranta righe sulla storia dell’azienda, su quanto questa sia professionale e sull’esperienza decennale del team che ci lavora?

Te lo dico io. No.

La maggior parte delle pagine Chi siamo sul web è fatta proprio in questo modo e gli utenti scappano via dopo qualche secondo. 

Perché? Perché si aspettano di essere coinvolti, di trovare risposte alle proprie domande, di essere piacevolmente sorpresi con contenuti interessanti. 

La pagina Chi siamo non è fatta per l’azienda, ma per gli utenti che la cercano

Tieni a mente il destinatario e usa parole in grado di rassicurarlo, non parole che gli facciano pensare di essere sull’ennesima pagina autoreferenziale e fine a se stessa.

Sei in grado di aiutarlo? Parla di come puoi farlo.

Sei in grado di offrigli qualcosa di diverso? Non scrivere che sei diverso, scrivi perché lo sei davvero.

La chiave storytelling: racconta la tua storia (in modo originale)

A chi non piacciono le storie? Le storie coinvolgono, creano empatia, emozionano. E la pagina Chi siamo è la pagina perfetta per contenere una storia, in cui il cliente possa identificarsi con l’eroe e immedesimarsi nelle sue azioni, nelle difficoltà che ha superato e nei risultati che ha ottenuto.

Raccontare una storia serve ad accorciare le distanze tra l’azienda e l’utente, a rassicurarlo e a mettere i tasselli di una relazione solida.

Cos’è che ha ti ha portato fin qui, quali difficoltà hai dovuto affrontare e superare, quali erano i tuoi sogni prima di cominciare e cosa ti ha spinto a non mollare? Ma soprattutto, cos’è che hai ottenuto grazie alla tua perseveranza?

Sono queste piccole cose a fare la differenza tra una pagina Chi siamo efficace e una totalmente inutile.

Ricorda di renderla originale, di ispirare chi legge, magari inserendo un aneddoto, strutturandola in modo diverso, inserendo video o raccontando una storia emozionante o curiosa.

Un po’ come è stato fatto sul sito di Giovanni Rana o su quello della Nike.

Come scrivere una pagina Chi siamo

Rendi la pagina Chi siamo sintetica e leggibile

La maggior parte degli utenti, sul web, va di fretta e desidera reperire più informazioni possibili in poco tempo. C’è anche chi ama approfondire e leggere più dettagli, ma è davvero una piccola parte del tuo pubblico.

Il tuo obiettivo è essere chiaro e sintetico ma, se hai tanto da dire, puoi:

  • nascondere in piccoli box i testi delle singole voci;
  • rimandare ad un link di approfondimento;
  • dividere il testo in tanti piccoli paragrafi divisi per pertinenza, con titoli originali e accattivanti;
  • utilizzare gli elenchi puntati, che aiutano a fissare meglio i concetti e a renderlo più leggibile.

Le soluzioni sono tantissime.

esempio sezione About Google

Qualsiasi sia la tua scelta, seleziona le informazioni che ritieni importanti ed evita le ridondanze. Inserisci soltanto ciò pensi possa davvero essere utile per i tuoi utenti ed escludi tutto il resto.



Parla dei risultati ed evita l’autoreferenzialità

Ci sono tantissimi modi di esprimere lo stesso concetto o di parlare dello stesso argomento, ma ci sono dei dettagli che possono rendere il messaggio efficace oppure del tutto inconcludente.

Puoi scrivere “Siamo i leader del settore” oppure inserire i risultati ottenuti, i numeri delle vendite o del fatturato raggiunto o, perché no, le recensioni dei tuoi clienti, facendo parlare direttamente chi ha usufruito dei tuoi servizi e si è trovato bene.

Puoi scrivere “I nostri prodotti sono i migliori” oppure spiegare all’utente cos’è che li rende degli ottimi prodotti, perché dovrebbe acquistarli e quali sono i reali benefici che ne trae chi li utilizza.

La pagina Chi siamo deve anche piacere a Google

A proposito del tasso di abbandono, il fatto che gli utenti atterrino sulla pagina Chi siamo per uscire qualche secondo dopo, non piace affatto a Google.

Cosa significa? Per essere premiati dal motore di ricerca è importante generare valore e offrire contenuti interessanti, unici e utili per gli utenti.

Se i visitatori abbandonano la pagina, significa che non hanno trovato quello che stavano cercando e questo, purtroppo, penalizza il posizionamento del sito.

Inoltre, pare proprio che Google abbia riservato una particolare attenzione alle pagine Chi siamo, forse proprio perché dovrebbero contenere informazioni utili per gli utenti e offrire contenuti di valore.

Risultati immagini per about page

Cosa evitare nella pagina Chi siamo

Se si hanno tutti questi dubbi su come scrivere una pagina Chi siamo, probabilmente, è perché in pochi, fino ad oggi, ne hanno scritta una davvero efficace.

Sul web circolano migliaia di pagine Chi siamo tutte uguali, che in effetti non comunicano nulla di importante agli utenti che ci finiscono dentro.

Il problema principale è che ci sono degli elementi che risultano fuorvianti per chi legge la pagina e che, fin troppo spesso, chi la scrive ignora totalmente.

Evita le parole che non danno alcun valore aggiunto

Blocchi di testo che non leggerebbe neppure un caparbio sostenitore di Guerra e pace.

Parole già viste e riviste, anglicismi e tecnicismi come:

  • efficienza;
  • professionalità;
  • know-how;
  • efficacia;
  • skills.

Chi le utilizza pensa di creare un testo efficace in grado di rendere interessante l’azienda e mettere in luce aspetti importanti. In realtà, si finisce per scrivere un testo banale e del tutto inutile per il proprio pubblico, già stufo di leggere sempre le stesse cose.

Tutti dicono di essere professionali ed efficienti, ma cos’è che distingue davvero la tua azienda da un’altra azienda?

Meglio inserire casi studio, recensioni e testimonianze, risultati ottenuti, soluzioni provate e testate. Questo fa davvero la differenza: la prova concreta che ciò che dici è vero.

 

Conclusioni

In questo articolo abbiamo visto come scrivere una pagina Chi siamo che non faccia venir voglia di caffè a chi ci atterra per cercare informazioni utili ma che, anzi, riesca a convertire e a portarti nuovi clienti.

Pensi di mettere in pratica questi suggerimenti o hai tu dei consigli da dare? Facci sapere tutto con un commento!



Leave a Comment

Vuoi scrivere un commento all'articolo?